Mimesis eLit
la collana dedicata ai talenti della narrativa europea
Please select a page for the Contact Slideout in Theme Options > Header Options
Racconti a orologeria

Racconti a orologeria

Il canto pre-apocalittico

12,00

Racconti a orologeria di Faruk Šehic è un testo in cui echeggia puntuale il suono della nostra epoca, il ritmo cadenzato del battito ora forte, ora tenue. La lingua di Šehic misura ininterrottamente il tempo dell’uomo e il tempo delle stelle, il tempo della guerra e il tempo dell’inquietudine, il passato e il futuro, quello che ci sfugge e quello che abbiamo irrecuperabilmente consumato.

COD: 9788857571638 Categorie: ,
000

Racconti a orologeria di Faruk Šehic è un testo in cui echeggia puntuale il suono della nostra epoca, il ritmo cadenzato del battito ora forte, ora tenue. La lingua di Šehic misura ininterrottamente il tempo dell’uomo e il tempo delle stelle, il tempo della guerra e il tempo dell’inquietudine, il passato e il futuro, quello che ci sfugge e quello che abbiamo irrecuperabilmente consumato. La vita è un orologio, ma tra il martello della lirica e l’incudine della dura prosa, lo scrittore ci parla del cambiamento. Nei Racconti a orologeria si alternano in maniera vertiginosa le nazioni e i popoli, la storia e la memoria, ma soprattutto l’individuo, il mutante, colui che è attraversato dai cambiamenti. Impercettibile a un orologio comune, la velocità di questa dissoluzione svela la fragilità di ogni identità, ma anche della nostra natura umana.

Faruk Šehic (1970), poeta, scrittore e giornalista bosniaco. Ha studiato veterinaria a Zagabria fino allo scoppio della guerra in Bosnia nel 1992, quando ha fatto ritorno per arruolarsi nell’Esercito della Bosnia Erzegovina. Dopo la guerra ha studiato Letteratura all’Università di Sarajevo. Lavora come giornalista per il settimanale BH Dani. Considerato una delle voci più autentiche e poetiche della ex-Jugoslavia, pone al centro della sua opera l’esperienza della guerra, raccontandone la quotidianità, la brutalità, ma anche l’umanità con uno stile sobrio e poetico. Nel 2019 ha vinto il Premio Internazionale XXXI Premio Camaiore.

Informazioni aggiuntive

Anno di pubblicazione

2020, 9788857571638

Traduzione di

Elvira Mujčić

N° pagine

130

Ljiljana Banjanin, L’indice dei libri del mese, aprile 2021
“La bile nera”
Leggi la recensione

Veronica Tosetti – balcanicaucaso.org, 18 febbraio 2021
“Il tempo che esplode di Faruk Šehić”
Leggi la recensione

Alessandra Briganti – il Venerdì, 12 febbraio 2021
“Tormenti poetici dal caos balcanico”
Leggi la recensione

Mirfet Piccolo – eastjournal.net, 25 gennaio 2021
“CULTURA: “Racconti a orologeria”, di Faruk Šehić”
Leggi la recensione

Gianluca Massimini – lankenauta.it, 12 gennaio 2021
“Sehic Faruk – Racconti a orologeria”
Leggi la recensione

Il Venerdì (La Repubblica), 31 dicembre 2020
“In poche parole”
Leggi la recensione

Gabriele Ottaviani – convenzionali.com, 11 dicembre 2020
“Racconti a orologeria”
Leggi la recensione

Elisabetta Favale – linkiesta.it, 3 dicembre 2020
“‘Racconti a orologeria’ di Faruk Sehic. Anteprima”
Leggi la recensione

Giuseppe Del Core – flaneri.com, 8 dicembre 2020
“A proposito di ‘Racconti a orologeria’ di Faruk Sehic”
Leggi la recensione